Accoglienza 5x1000

FondazioneSant'Anna e Santa Caterina


5×1000

Perché donare il 5×1000 alla Fondazione
Il tuo 5×1000 sosterrà nel 2020 il nostro progetto “Bellezza terapeutica”

Con il tuo aiuto gli ospiti della Casa, ma anche tutte le persone che la visitano e ci lavorano, potranno vivere in ambienti pensati per il loro benessere.

Vieni a conoscere il progetto “bellezza terapeutica”

Come donare

  1. COMPILA il modulo della dichiarazione dei redditi (730, ex CUD, Unico).
  2. FIRMA nel riquadro dedicato al “Sostegno del Volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative …”.
  3. SCRIVI il Codice Fiscale della Fondazione S.anna e S. Caterina. 80007750377

Domande frequenti

Il 5×1000 è una parte delle tasse che lo Stato ti consente di destinare ad un ente non a fine di lucro. Il 5×1000 non è una tassa in più, per questo non costa nulla.
Ogni contribuente può scegliere di destinare una parte (pari al 5 per mille) della propria IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche) a sostegno di enti che svolgono attività socialmente rilevanti (associazioni di diversa natura, ricerca scientifica e sanitaria).

Sezione vuota. Modifica pagina per aggiungere dei contenuti qui.

Certo! Basta consegnare, in busta chiusa, ad un ufficio postale o ad una banca la scheda allegata alla Certificazione Unica (CU) o al Modello REDDITI Persone Fisiche.

Sulla busta è necessario apporre la scritta “scelta per la destinazione del 5 per mille dell’IRPEF”, con indicazione di nome, cognome e codice fiscale del contribuente.

A seguito dell’emanazione del Decreto Legge Coronavirus sono stati prorogati i termini delle scadenze fiscali.

Per informazioni precise vi rimandiamo al sito dell’Agenzia delle Entrate dove sono riportate le nuove scadenze:
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/-/comunicato-stampa-del-3-marzo-20-1

Se vuoi essere sicuro che il tuo 5×1000 sia destinato alla Fondazione S. Anna e S. Caterina è importante indicare il nostro codice fiscale 80007750377. Se firmi senza inserire il nostro codice fiscale, la tua quota sarà ripartita in maniera proporzionale in base al numero di preferenze ricevute dalle associazioni appartenenti alla stessa categoria.